Errore
  • JFTP::login: Unable to login
  • JFTP::store: Unable to use passive mode
  • JFTP::store: Unable to use passive mode

Cucina naturale - I cereali, chicchi di vitalità

31 Gennaio 2013

Oltre alle ricette della tradizione, vi proponiamo un modo diverso di consumarli: i germogli

Cucina naturale - I cereali, chicchi di vitalità

Il primo passo è lavare i cereali sotto l’acqua corrente, poi una volta sgocciolati, tostarli in un tegame per un paio di minuti con un filo d’olio. Quindi, aggiungere acqua bollente oppure brodo vegetale e cuocere secondo i tempi suggeriti. Non è necessario mescolare durante la cottura.
Quando il cereale è cotto è bene farlo riposare coperto almeno una decina di minuti, così che si gonfi assorbendo l’acqua eventualmente rimasta.
A questo punto possiamo condirlo a piacimento o ripassarlo in padella con delle verdure.
Per approfondire chiedi al tuo negoziante l’opuscolo dedicato ai cereali.

Come fare i germogli
I semi di cereali devono essere cotti o germogliati per diventare commestibili e assimilabili. Chiaramente, con il calore scompare la “vita” presente nel seme che, dopo la cottura, non è più in grado di germogliare. La pratica della germinazione consente di consumare i cereali crudi.
Non serve un germogliatore: il metodo più semplice consiste nel reidratare i semi in abbondante acqua per circa 12 ore in un recipiente di vetro, scolarli e rimetterli nel contenitore mantenendoli umidi, ma non troppo bagnati. Vanno sciacquati con un colino ogni giorno, finché il germoglio non sarà cresciuto di circa mezzo centimetro.
È preferibile esporli alla luce indiretta per 6-7 ore per far sì che si arricchiscano della preziosa clorofilla. Si possono riporre in frigorifero per rallentare il processo di crescita; è bene utilizzare quantità di semi non troppo elevate, perché si ha un’ottima resa, e anche per avere sempre un prodotto sempre fresco e vitale.

Ecco qualche ricetta con protagonisti i cereali.
Rotolo di polenta e funghi
Ingredienti:
250 g di farina di mais integrale, 500 g di funghi misti, 1 bicchiere di vino bianco, 2 spicchi di aglio, prezzemolo, salvia e timo (freschi), aceto balsamico, olio, sale e pepe
Preparazione:
Cuocere la polenta, portare a bollore un litro d’acqua con una manciata di sale grosso, unirvi la farina versandola a pioggia: mescolare velocemente per evitare i grumi.
La fiamma poi si potrà ridurre e la polenta si lascerà cuocere per 50 minuti rimestando ogni tanto.
Nel frattempo, rosolare uno spicchio di aglio tritato in 4 cucchiai di olio, aggiungere i funghi, sale e pepe e dopo qualche minuto spruzzare il tutto col vino bianco, che andrà fatto evaporare, proseguendo la cottura a fuoco moderato e con un coperchio. Una volta cotti, aggiungere una manciata di prezzemolo tritato.
Rosolare uno spicchio di aglio schiacciato con una manciata di timo e salvia in circa mezzo bicchiere di olio.
Versare a metà polenta su di una pirofila unta d’olio, distribuitevi sopra i funghi e versare la rimanente polenta. Passare il tortino a 200°C per 10 minuti e servire con l’intingolo di erbe aromatiche e un goccio di aceto balsamico.

Zuppa d’orzo
Ingredienti:
150 g di orzo decorticato ammollato una notte, 1 patata, 2 carote, 1 cipolla, 1 gambo di sedano, un bicchiere di bevanda di soia o di avena, olio, sale e pepe, brodo vegetale q.b., prezzemolo.
Preparazione:
Rosolare in un tegame con un po’ d’olio la cipolla, la carota e il sedano tritati. Aggiungere l’orzo e la patata a dadini e coprire con brodo vegetale bollente.
A cottura ultimata (circa 45 minuti) aggiungere la bevanda vegetale, aggiustare si sale e pepe e aggiungere il prezzemolo tritato.

Miglio e zucca
Ingredienti:
200 g di miglio decorticato, 500 g di zucca a tocchetti, 2 cipolle, peperoncino, olio, sale e pepe, rosmarino, lievito alimentare.
Preparazione:
Affettare e stufare nell’olio le cipolle, aggiungervi la zucca, il peperoncino e il rosmarino.
Aggiustare di sale. Cuocere per una ventina di minuti, aggiungendo un po’ d’acqua, se necessario.
Sciacquare il miglio e, in un tegame a parte, tostarlo con poco olio, aggiungervi acqua bollente e leggermente salata per il doppio del suo volume e lasciar cuocere per venti minuti.
A cottura ultimata lasciar riposare una decina di minuti. Aggiungere il miglio alla zucca, riscaldando assieme il tutto, e spolverare con lievito alimentare e una grattata di pepe.

Condividi

Commenti (0)

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.

Annulla Invio del commento in corso...